• +39 055 0246072

  • +39 392 936 2119

  • info@alemarweb.it

Arrivare secondi non piace a nessuno, e così come in una corsa anche nella gara di Google è fondamentale aggiudicarsi le prime posizioni. Con la nascita del web 2.0 e l’utilizzo di strumenti digitali per promuovere i propri contenuti, dobbiamo assicurarci che essi arrivino ai nostri clienti.

  

Posizionamento SEO: Come Apparire Per Primi?

Non esiste una regola scritta che possa garantire di apparire tra le prime posizioni sui motori di ricerca, ma è importante conoscere il meccanismo che sta dietro a questa “gara”. Tutto ciò riguarda un settore specifico del marketing che prende il nome di SEM (Search Engine Marketing) e che riunisce le discipline che consentono di agire sui motori di ricerca, in modo che la vostra azienda possa essere trovata da chi la sta cercando. L’insieme della SEM si divide in due sottoinsiemi che prendono il nome di SEO (Search Engine Optimization)  e SEA (Search Engine Advertising)

Oggi ci soffermeremo sull'ottimizzazione per i motori di ricerca . Il termine SEO si utilizza per indicare tutte quelle attività ottimizzazione delle pagine web e creazione di contenuti per permettere l'indicizzazione di un sito internet sui motori di ricerca.

L'obiettivo della SEO è quello di scalare la classifica dei risultati di Google in modo che i miei contenuti possano apparire tra le prime ricerche. Se per adesso tutto ciò vi sembra un linguaggio comprensibile soltanto da ingegneri informatici, non preoccupatevi! Facciamo un passo indietro, fino alla nascita di Google.


I Motori Di Ricerca: Bibliotecari Iperattivi

Prima dell’apparizione del portale che oggi conta circa 200 milioni di utenti,  trovavamo Archie, il motore di ricerca nato negli anni 90 che permetteva di cercare nomi di file (oggi pagine web) senza però riuscire a dirci cosa ci fosse al loro interno. Nel 2008, con Google, i confini si ampliano e nasce l’opportunità di ricercare ciò che desideriamo attraverso delle parole chiave, chiamate “query di ricerca”. 

Per comprendere la funzionalità della piattaforma basta pensare a una biblioteca

Quando non troviamo un libro o non sappiamo il titolo di ciò che stiamo cercando ci affidiamo al bibliotecario. Allo stesso modo fa Google: nel momento in cui noi inseriamo una query, il motore di ricerca la confronta con il catalogo di pagine web a sua disposizione, analizzando i contenuti più pertinenti con la parola chiave digitata. Questo  processo viene chiamato operazione di crawling


I "Crawler": amici o nemici?

È adesso che entrano in gioco altri "personaggi": i Bot, o Crawler dei motori di ricerca. Questi robot iperattivi navigano da una pagina all’altra, indicizzando i contenuti che trovano.

Farseli amici non è così semplice!

Per essere inseriti nell’indice è fondamentale colpire la  loro attenzione scrivendo, ad esempio, delle testi accattivanti, contenuti 

originali e utilizzare parole chiave pertinenti all’interno del testo, oltre a far sì che le nostre pagine web siano "appetibili" attraverso specifiche tecniche di programmazione.


Ѐ in questo  contesto che la SEO si rivela l’asso nella manica!


SEO: 5 Consigli Utili Per Ottimizzare Un Sito Web

Per vincere “la maratona di Google” e aggiudicarsi la prima posizione sul  motore di ricerca è importante ottimizzare il proprio sito web.

Vediamo 5 consigli pratici:  


1 - Definisci il tuo pubblico

Prima ancora di creare contenuti, è fondamentale definire chi è il nostro pubblico, capire in che modo parlano le persone che vogliamo raggiungere e di conseguenza quali sono le loro query di ricerca, ovvero le parole che potrebbero utilizzare per cercare online i nostri prodotti o servizi. Il titolo è un elemento importante ed è il biglietto da visita per descrivere cosa gli utenti troveranno dentro alla pagina web. Il segreto sta nell’inserire al suo interno delle parole chiave, che l’utente potrebbe ricercare.

 

2 - Caricamento rapido

Gli utenti di oggi hanno poca pazienza: è fondamentale che il sito web abbia un caricamento rapido, con immagini ad alta qualità ma di piccole dimensioni e che impieghino pochi millesimi di secondo nel caricamento. 


3 - Bandire i contenuti duplicati!

Non avere duplicati: la copia non piace a nessuno! Crea dei contenuti originali e creativi: questi attireranno l’attenzione dei tuoi clienti e li porteranno a passare più tempo sul tuo sito web e apprezzare il tuo lavoro.

Oltre che gli utenti, i contenuti duplicati scoraggiano i motori di ricerca e fanno male al posionamento del tuo sito. Insomma, sono assolutamente da evitare!

-- Vuoi una mano con il copywriting dei tuoi contenuti? Leggi i consigli in questo articolo!


4 - Mobile Friendly

Tutti quanti oggi utilizziamo i nostri smartphone per navigare in rete. E' importantissimo che il tuo utente non scappi quando approda sul tuo sito! Ma fuggirà a gambe levate se la visualizzazione dei tuoi contenuti non sarà ottimale anche sugli schermi di tablet e smartphone.

Organizza i tuoi contenuti in html e ottimizza il tuo sito web per le visualizzazioni da dispositivi mobili.


5 - Sito multilingua

Il tuo pubblico risiede in Italia o anche in altre parti del mondo? Se hai un pubblico internazionale, assicurati di tradurre il tuo sito web nelle lingue parlate dal tuo target. Utilizza gli specifiti tag per far capire ai motori di ricerca che stai presentando online contenuti multilingua, in maniera che ad ogni utente venga mostrato il contenuto nella lingua più giusta.


Adesso potrai mettere in pratica i nostri consigli su come ottimizzare la tua  pagina web e salire sul podio di Google.



Vuoi saperne di più sull'argomento Ottimizzazione per i motori di ricerca?

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:


- Scrittura SEO: guida e consigli

- Consulente SEO: chi è e cosa fa?

- Negative SEO: migliorare il Posizionamento sui Motori di Ricerca

- Core Web Vitals: parametri importantissimi per la SEO del tuo sito web!